Le novità del “patto di integrità” per il monitoraggio civico in Calabria

Action Aid Italia, assieme a Gruppo Abele, è protagonista di un “patto” tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la cittadinanza per il corretto ed efficace svolgimento di due progetti finanziati dai fondi europei. Questo patto è chiamato “Integrity Pact“, da una formula già sperimentata all’estero da Transparency International, una delle più attive realtà sociali attiva nella lotta alla corruzione. In questo post il team di progetto ci parla delle novità degli ultimi mesi che riguardano sia l’andamento dei due progetti monitorati, sia le azioni di coinvolgimento della cittadinanza.

L’Integrity Pact calabrese – finanziato anch’esso da fondi comunitari e vincitore di una specifica “call” a livello europeo – aggiunge infatti qualcosa in più alla formula tradizionale, focalizzata sul controllo e il monitoraggio degli appalti pubblici: il monitoraggio civico in loco da parte della comunità locale. Proprio i cittadini di Sibari e dintorni, dove vengono spesi i fondi, sono una componente essenziale del monitoraggio, e a loro sono dedicate specifiche attività di formazione e di empowerment.

I due progetti, finanziati dal Programma Europeo “Cultura e Sviluppo” gestito dal Ministero, sono localizzati nell’area archeologica di Sibari, in provincia di Cosenza, e sembrano procedere senza intoppi: il primo è il Museo Archeologico Nazionale della Sibariade (qui la scheda del progetto su OpenCoesione con i dati finanziari e procedurali), e il secondo riguarda nello specifico l’area archeologica “Casa Bianca” (qui la scheda su OpenCoesione).

Siamo particolarmente contenti della capacità di “fare squadra” con le altre realtà nazionali e territoriali, e incrementare così il capitale sociale della zona. Oltre a Parliament Watch Italia, una realtà a cui guardiamo sempre con maggiore interesse, due scuole del progetto didattico A Scuola di OpenCoesione sono state coinvolte e supportate nel loro percorso che ha portato al monitoraggio civico di entrambi i progetti. In un caso, quello sull’area archeologica “Casa Bianca”, il team è arrivato in fondo al percorso e ci ha inviato un bel report di monitoraggio civico che si trova sul nostro sito e che potete leggere qui sotto. I due team di monitoraggio sono “Open Eyes” di Rossano-Corigliano e “The Little Archaeologists” di Cassano allo Ionio (autore del report).

Report di monitoraggio civico dei “Little Archeologists” (30 marzo 2019)

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *